1

App Store Play Store Huawei Store

accademia italiana cucina 14.09.2022 1 min min

BORGOMANERO – 20-09-2022 – Ha fatto tappa a Borgomanero l’Accademia Italiana della Cucina, costituita nel 1953 dal giornalista Orio Vergani. Dal 2003 è Istituzione Culturale della Repubblica Italiana e ha lo scopo di tutelare le tradizioni della cucina italiana, di cui promuove e favorisce il miglioramento in Italia e all’estero. 

Per l’incontro, la delegazione di Novara, presieduta da Piero Spaini, ha scelto la Trattoria dei Commercianti, dove il tapulone ha fatto da protagonista. La ricetta del piatto tipico borgomanerese ha ottenuto due anni fa la De.Co. (denominazione comunale), primo passo verso l’assegnazione della Dop (Denominazione di origine protetta). Presenti anche altre specialità del territorio tra cui la “Paniscia dei Commercianti” proposta dallo chef Mauro Agazzone, apprezzata da tutti i presenti. 

Relatori della serata sono stati Carlo Panizza, giornalista, Presidente dell’Antica Cunsurtarija del Tapulon e il professor Giancarlo Andenna, uno dei maggiori studiosi a livello europeo della storia medievale, professore presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica di Milano e dal 2013 membro dell’Accademia dei Lincei. 

Panizza ha parlato, tra storia e leggenda, delle origini della città di Borgomanero, del tapulone e dell’Antica Cunsurtarija dal Tapulon rifondata da un drappello di borgomaneresi nel 2003, attualmente rappresentata da una settantina di soci. Un altro cenno lo ha dedicato ai “Brutti ma buoni” anch’essi tutelati dalla “De.Co.” Il professor Andenna ha invece incentrato il suo intervento sulla storia antica di Borgomanero.

Nicole Pastore

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.