1

App Store Play Store Huawei Store

sizzano foto

SIZZANO - 01-05-2021 -- Il Comune di Sizzano si costituirà parte civile per ottenere il riscarcimento dei danni subiti e per i presunti reati che saranno eventualmente accertati dalla magistratura, commessi da un'azienda bresciana per traffico illecito di rifiuti. Secondo quanto emerso, anche l'area di Sizzano sarebbe rimasta coinvolta nello spargimento di fanghi inquinati.

"Il Comune di Sizzano, venuto a conoscenza dagli organi di stampa della vasta operazione di indagine della Magistratura che ha portato al sequestro di tre impianti bresciani - si legge in una nota - per traffico illecito di rifiuti, si costituirà parte civile nel procedimento penale che vedrà coinvolta l'azienda".
La nota prosegue: "Il Comune di Sizzano con propria specifica ordinanza in data 29 settembre 2020, preceduta dalla convocazione dell'apposita Commissione Agricoltura e Foreste Comunale, aveva dato specifiche disposizioni restrittive per lo spandimento di detti fanghi provenienti dalla predetta società, informando tutti gli organi di governo ed enti preposti al controllo competenti per territorio, al fine di vigilare sulla predetta attività- Pertanto, è stata condivisa la scelta di impegnarci a costituirci parte civile e la ferma decisione di procedere all'affidamento dell'incarico legale al fine della tutela degli interessi del nostro Comune per ottenere il riscarcimento dei danni subiti e patendi per i presunti reati accertati ceh saranno eventualmente accertati e commessi sul nostro territorio

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.