1

torretta borgo

BORGOMANERO - 09-01-2019 - Borgomanero ha ottenuto una somma di 29.000 euro per il recupero ed il riutilizzo della Torretta confiscata alla mafia. La città agognina è uno degli otto Comuni piemontesi ai quali sono stati assegnati fondi per questo scopo. Il recupero è destinato ad attività di aggregazionee socializzazione. “Davvero una buona notizia. E’ fondamentale che questi beni, una volta confiscati, siano davvero restituiti alla collettività rappresentando una testimonianza di legalità, giustizia e riscatto civile. La vendita, consentita dal governo con il Decreto Sicurezza, assume il sapore di una resa. Lo Stato, invece, deve riappropriarsi dei beni e restituirli alla collettività”, commenta il Consigliere Regionale Domanico Rossi. Oltre a Borgomanero, riceveranno contributi i Comuni di Torino, San Sebastiano da Po, Coazze, Nichelino, Cuorgnè, Gifflenga e Gattinara. “Lo scorso mese di giugno - conclude Rossi - la notizia che l’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati assegnava la torretta al Comune di Borgomanero, oggi il finanziamento per i lavori: per scrivere il lieto fine alla vicenda tormentata di quel bene manca davvero poco. Sono più di 10 anni che seguo questa situazione. Mi auguro al più presto di poter visitare quegli spazi definitivamente restituiti alla comunità".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.