1

tribunale esterno 16 2

BORGOMANERO-23-09-17-La loro era stata una storia

come tante; prima una conoscenza superficiale, poi le frequentazioni, quindi il fidanzamento e infine le prime discussioni che mano a mano che il tempo passava avevano iniziato a sfociare in qualche litigio di troppo. Alla fine, dopo due anni, lei, poco più vecchia di lui, decide di interrompere la relazione; troppo problematico il carattere di quell’uomo, troppo “presente” la sua famiglia. Ma lui, quella decisione, non l’aveva proprio condivisa; anzi: le aveva detto che l’avrebbe pagata cara. E, stando almeno a quanto la donna aveva poi denunciato ai carabinieri di Borgomanero, non aveva impiegato molto tempo a concretizzare quella promessa: aveva iniziato a perseguitarla con ogni mezzo, prima i messaggi sul cellulare poi le telefonate, fino a ad arrivare a pedinarla, pare utilizzando,  per passare inosservato, anche auto di altre persone. E lei si era ritrovata a vivere in una sorta di incubo: lo trovava davanti al posto di lavoro, la seguiva nel tragitto da casa all’ufficio, stazionava davanti alla sua abitazione - era stata poi costretta a trasferirsi - e se l’era trovato davanti persino in vacanza. Dopo la fine della loro storia infatti lei era partita per un breve viaggio al sud ospite di alcuni parenti, del quale lui era al corrente perché era stata lei stessa, prima di annunciare la fine del loro rapporto, a comunicargli quando e dove sarebbe andata. Pare, sempre secondo quanto aveva denunciato la donna, che lui avesse anche ingaggiato un investigatore privato per continuare a seguire la sua ex fidanzata nei vari spostamenti. Alla fine, esasperata, lo aveva denunciato. Per l’uomo, poco più che  trentenne all’epoca dei fatti, residente in un paese nei dintorni di Borgomanero, chiamato dalla procura a rispondere dell’accusa di stalking, il processo si aprirà a maggio.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.